liste d'attesa

DemoS Piemonte chiede che la Regione intervenga presso il Ministero della Salute affinchè vengano stanziate adeguate risorse per ridurre le lunghissime liste d’attesa post-Covid.

“Sollecitiamo un provvedimento straordinario normativo per definire direttive e stanziare le risorse necessarie a far fronte alla necessità di riassorbire ed eliminare nel minor tempo possibile le liste d’attesa che si sono venute a creare nei mesi scorsi a causa dell’emergenza Covid-19″ si legge in una nota del Coordinamento regionale.

“Per tre mesi la Regione Piemonte ha dovuto sospendere tutti gli interventi non indifferibili o urgenti. Oggi, inoltre, a parità di risorse, i tempi medi per visite e interventi si sono allungati per via delle operazioni di sanificazione e di messa in atto di misure anti pandemia, che potrebbe aggravarsi in autunno. A nostro avviso sono necessari tre interventi: a carattere ospedaliero, a carattere territoriale e inerente il personale. Chiediamo l’incremento dell’importo per le prestazioni aggiuntive per il personale medico, pari attualmente a 60 euro l’ora, l’assunzione di nuovi dirigenti medici e sanitari con contratto a tempo determinato o indeterminato, il conferimento d’incarichi di lavoro autonomo a medici specialisti o specializzandi iscritti al penultimo o all’ultimo anno di specializzazione”.

Ma non solo: “Si potrebbero coinvolgere i medici convenzionati attraverso l’identificazione di progetti-obiettivo, e, qualora non basti l’incremento dell’offerta pubblica, si potrebbe procedere all’incremento del budget dei privati autorizzati e accreditati e, qualora non fosse ancora sufficiente, anche di quelli solo autorizzati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.