villaggio tav novara
Su La Stampa di oggi 12 febbraio è apparso un articolo a firma Claudio Bressani sul dormitorio per i senza fissa dimora collocato presso l’ex-villaggio TAV. Mentre l’amministrazione cittadina di centro-destra intende mantenere il dormitorio nell’attuale posizione periferica, il consigliere Piergiacomo Baroni sostiene che:
Se spostiamo le famiglie perché non è una situazione idonea, non lo è anche per le persone singole senza dimora, che hanno gli stessi diritti. Inoltre sarebbe meglio fare queste strutture in centro anziché così fuori. Sono già persone “periferiche”, emarginate, se poi continuiamo a tenerle fuori città mi sembra una soluzione non molto lungimirante rispetto al reinserimento”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.