mahle Arcelor Mittal demos democrazia solidale

COMUNICATO STAMPA 07/11/2019:
Democrazia Solidale DemoS in difesa dell’occupazione in Piemonte.

“È necessario individuare al più presto una soluzione di lunga prospettiva se si vuole davvero contrastare questa crisi occupazionale che, per varie ragioni, non potrà che peggiorare per il Piemonte”. Ad affermarlo è Elena Apollonio, coordinatrice regionale di DemoS-Democrazia Solidale.

Che si dice “fortemente preoccupata davanti alle recenti vicende che riguardano la Mahle e ArcelorMittal. Ma non solo”.

La Mahle starebbe pensando infatti di spostare la produzione che riguarda la fabbricazione di pistoni diesel in Polonia, Spagna e Turchia, una prospettiva che, se attuata, metterebbe a rischio gli stabilimenti di La Loggia e Saluzzo,

Le note problematiche che riguardano lo stabilimento ex Ilva di Taranto, avrebbero inevitabilmente effetti negativi anche sugli altri impianti della multinazionale, compresi quello di Novi Ligure che occupa circa 800 dipendenti con un notevole indotto, nonché l’impianto di Racconigi.

“Anche la Regione deve attivarsi con urgenza presso il Governo per individuare possibili soluzioni al fine di scongiurare perdite di posti di lavoro, che colpirebbero numerose famiglie piemontesi creando disagio sociale” conclude Apollonio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.