Da oggi il sito di accoglienza di Piazza d’Armi viene smantellato. Le cento persone che vi andavano a dormire, ma che stazionavano anche in giornata in quest’ultimo periodo, non si sa bene dove potranno rivolgersi e saranno di nuovo in strada con pochi riferimenti ed esponendosi a rischi per la loro salute.

Era già insufficiente la risposta dell’emergenza freddo in prefabbricati (perché non pensare ad un ex scuola invece?) umidi e fuori da ogni contesto sociale (da vent’anni viene istituita e di conseguenza non è più un’emergenza ma è la norma) ma adesso in un periodo di epidemia e di servizi in Città ridotti al minimo la situazione per queste persone diventa drammatica.

Democrazia Solidale chiede all’Amministrazione Comunale di dare una risposta immediata e concreta per le persone coinvolte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.